Guida all’acquisto delle cuffie a dinamica chiusa: modelli, dettagli, costi

Le cuffie chiuse sono un ottimo modello per isolarsi dal mondo esterno, infatti hanno la funzione del noise cancelling. Inoltre, il design chiuso permette ai suoni che provengono dal mondo esterno di non compromettere la nostra esperienza di ascolto. Quindi sono molto utili per chi fa uso dei mezzi di trasporto. Andiamo a vedere in questo articolo le varie informazioni e modelli consigliati.

Cosa sapere sulle cuffie chiuse?

A differenza delle cuffie aperte, che presentano un design chiuso, il loro soundstage è poco spazioso, difatti i padiglioni auricolari stessi avranno la funzione del contenitore del suono. Ecco perché tanti modelli del genere vanno a sfruttare i materiali anti-risonanza, che servono per ridurre gli svantaggi all’interno di un ambiente così piccolo e servono per rendere l’esperienza di ascolto “chiusa” più piacevole.

Cuffie aperte o chiuse? Quali sono le differenze e quali sono le migliori?

Eccoci all’eterna lotta tra le due varianti, ma per capire quale scegliere dovremo porci delle domande quali:

  • Dove useremo più spesso le cuffie? In un posto tranquillo?
  • Utilizzeremo le cuffie via Bluetooth per strada?

Perciò, per rispondere alle varie domande e capire le differenze, si potrà dire inizialmente che comunque sia ogni cuffia, se di buona qualità suonerà sempre bene a prescindere dalla tipologia. Quindi, tra i due modelli non esiste un vero vincitore, dato che entrambi sono stati concepiti per degli utilizzi differenti ed entrambi hanno dei pro e dei contro. Quindi, generalmente risulta possibile riconoscere già visivamente le cuffie aperte dato che la parte posteriore, ovvero quella esterna, è fornita di una specie di griglia forata oppure di piccole prese d’aria, questo varia a seconda del modello. Nei modelli chiusi questa caratteristica è del tutto assente. Ma questa non è una regola fissa, visto che comunque ogni  produttore va ad adottare dei design diversi, ma in linea di massima quelle aperte si riescono a riconoscere facilmente proprio per i motivi sopra elencati, anche se è sempre consigliato controllare le caratteristiche tecniche del produttore

Isolamento acustico

Per parlare di migliori cuffie chiuse, si deve parlare necessariamente di isolamento acustico, che risulta essere un elemento fondamentale per giudicare un prodotto migliore di un altro. Quindi, si deve sapere che le cuffie chiuse possono offrire un migliore isolamento acustico, grazie appunto ai loro padiglioni concepiti unicamente per tale scopo e che creano una sorta di sigillo, andando a bloccare i rumori che provengono dall’esterno. Questo è dovuto sia alla qualità dei materiali ma anche al design del padiglione, e pure dal tipo di cuscinetti e da come essi vanno ad aderire circondando completamente l’orecchio, di modo che non passino aria e suoni. Chiaramente tutto dipende dalla tipologia e dall’intensità del rumore esterno, ma sostanzialmente con dei rumori normali l’isolamento è ottimo. In commercio si possono trovare inoltre dei modelli che hanno il Noise Cancelling, che è semplicemente un sistema di cancellazione del rumore attivo. Grazie a un piccolo microfono integrato nel padiglione, tale tecnologia può rilevare i rumori esterni andando a eliminare il disturbo.

Qualità del suono delle cuffie

Dopo aver visto che la cuffia chiusa offre il miglior isolamento dai rumori esterni, si potrà dedurre che esistono dei pregi e dei difetti di tale cosa. Va detto che le onde sonore, dato che non possono uscire da nessuna parte, rimarranno all’interno del canale uditivo, creando un ascolto molto intimo e perfetto. Mentre, le frequenze basse, saranno accentuate quel tanto che sembrerà di essere di fronte a chi suona o canta. Questa caratteristica fa in modo che si possano anche distinguere bene gli strumenti. Difatti, tali tipologie di cuffie vengono solitamente usate per  guardare film in TV dove l’audio è colmo di effetti, ma anche per ascoltare musica ricca di strumenti come rock, blues, jazz, dato che una buona distinzione delle frequenze può regalare delle esperienze di ascolto davvero uniche. Ma possono anche essere utilizzate soprattutto nel gaming, anche per parlare con gli altri utenti online durante la sessione di gioco. Queste cuffie sono anche utilizzate dai musicisti per ottenere un suono più intenso.

Fasce di prezzo

Eccoci alle note dolenti, ovvero quanto mi andranno a costare delle cuffie con tutte queste caratteristiche? Be’, si può dire che questo dipende molto dal marchio e dal modello di cuffia. Dato che comunque, come si capirà anche da soli, il prezzo varia da modello a modello e da marchio a marchio. Anche se la qualità ha un prezzo e che più si alza il prezzo più aumenta, non è sostanzialmente sempre così. Sappiamo che le fasce di prezzo sono tre:

  • la fascia economica, ci fa trovare cuffie sotto i 50 euro,
  • quella intermedia, ci fa trovare cuffie sotto i 100 euro,
  • la fascia alta, ci fa trovare cuffie oltre i 100 euro.

Detto questo, va ricordato che ogni persona ha i propri gusti personali, ma comunque sia se si vuole garantire l’ascolto ottimale, è bene orientarsi su quanto detto nell’articolo. Soprattutto di acquistare dei marchi e dei modelli piuttosto conosciuti. Magari andando anche su Amazon a verificare le recensioni, così che ci potranno aiutare nella scelta del modello più adatto alle nostre esigenze, anche in base al nostro budget.

Cuffie chiuse marchio Audio Tecnica

Questo marchio offre delle cuffie veramente particolari, tra le migliori della tipologia chiusa. Le sue caratteristiche sono davvero notevoli. Vengono apprezzate dagli ingegneri del suono e dagli esperti dell’audio pro. Garantiscono una eccezionale chiarezza del suono, che viene estesa su una una gamma di frequenze con dei bassi profondi e precisi. Il loro design circumaurale garantisce un eccellente isolamento sonoro in ambienti rumorosi. Inoltre i padiglioni auricolari sono ruotabili di 90° per consentire l’ascolto con un solo padiglione. Presentano anche un cavo staccabile. Inoltre, la qualità del materiale usato per i padiglioni auricolari e per l’archetto ci garantisce un maggiore comfort e maggiore robustezza. Sono anche pieghevoli, così potremo risparmiare spazio e portabilità. Difatti, proprio per tutte queste caratteristiche sono molto costose e sono definite per un uso professionale. Vengono vendute in diverse colorazioni, sono prodotte a Taiwan e il materiale che viene usato prevalentemente è l’alluminio, così da garantire una lunga durata.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli. Sono felice di poter scrivere articoli su più temi.

Back to top
menu
cuffieauricolariaccessori.it