Perché acquistare un paio di cuffie imbottite: utilità

Di cuffie attualmente in vendita ne esistono davvero diverse, e dalle tipologie più disparate. Ciò che comunque andrebbe sempre considerato, è quello che esigiamo nello specifico. E il più delle volte, uno degli elementi che tendenzialmente ci spingono più o meno in direzione di un modello è il confort. Nel seguente articolo, valuteremo per l’appunto, un elemento imprescindibile, ovvero l’imbottitura dei padiglioni delle cuffie sia On-Ear che Over-Ear. Quindi non perdiamo ulteriore tempo e cerchiamo di capire con maggior chiarezza qualche dettaglio utile da sapere a tal proposito.

Che cuffie montano l’imbottitura?

Se è di imbottitura che si parla, di certo non ci stiamo riferendo a dei piccoli auricolari. Nel caso specifico, per l’appunto, esistono due categorie che sono in grado di vantare questo particolare elemento, queste sono:

  • On-Ear.
  • Over- Ear.

A differenza degli auricolari, che in linea di massima hanno la peculiarità di inserirsi direttamente all’interno del condotto uditivo (soprattutto gli In-Ear) sia le cuffie On-Ear che Over-Ear sono strutturalmente costituite da due padiglioni con all’interno degli altoparlanti. I due sono collegati da un cerchio ergonomico che andrà a circoscrivere la testa dell’utente in modo più o meno confortevole. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio le caratteristiche di queste due categorie di cuffie differenti.

Cuffie On-Ear. Tutto quello che c’è da sapere.

Se prediligiamo più il modello esterno che quello auricolare, dovremo sicuramente considerare l’acquisto di un paio di cuffie tradizionali On-Ear. Le On-Ear, infatti, sono cuffie esterne che sfruttano una struttura essenzialmente composta da due padiglioni imbottiti. Risultano essere sufficientemente comode, tuttavia per potersi definire tali, dovrebbero vantare caratteristiche come: giusta pressione del cerchio, un’imbottitura di buona fattura, dimensioni a dir poco perfette per gli utenti che le indossano. Si confermano a prescindere ottime cuffie. Il loro inserimento si adagia appena sopra la struttura esterna dell’orecchio, senza però avvolgerla in modo troppo invasivo, ciò ne esalta un notevole confort e la possibilità di utilizzare le cuffie persino per varie ore di seguito. La resa del suono e la qualità della struttura alla base, dipenderanno essenzialmente dal modello e dalla relativa fascia di prezzo. In ogni caso il suono appare più coinvolgente di altre cuffie auricolari.

Peso e dimensioni, risultano abbastanza contenuti. Anche la portabilità non è da sottovalutare su questi modelli. Anzi il più delle volte sarà facile trasportarle anche grazie ad una chiusura delle suddette considerata salvaspazio.

Cuffie Over- Ear.

La categoria che affrontiamo adesso, è quella relativa alle cuffie di tipo Over-Ear. Dato il loro indiscutibile ingombro, nella maggior parte dei casi è preferibile utilizzarle a casa rilassandosi magari su una bella poltrona o magari a letto. A differenza di altre cuffie, le Over-Ear vantano un maggiore coinvolgimento del suono percepito. La particolare posizione avvolgente dei padiglioni, occlude l’intero orecchio, proprio per questo, i padiglioni della loro struttura risultano essere tra i più grandi. Questa particolare specifica denota sia svantaggi che vantaggi. Di certo saranno sempre in grado di assicurare un ottimo isolamento acustico. Ecco che se il nostro scopo è quello di isolarci totalmente dal mondo esterno e dai suoi relativi rumori, queste saranno le cuffie ideali. Malgrado ciò, il prezzo da pagare, sarà un notevole senso di suono per lo più ovattato. Questo è dato dalla struttura più esterna dei padiglioni. Totalmente chiusa. A causa di questo aspetto fisico, il suono rimarrà all’interno dei padiglioni, cosa che potrebbe essere non sempre gradita a chi indossa determinate cuffie. Il peso, sarà sempre da considerare maggiore a differenza di altre cuffie sul mercato. Ciò è determinato da una struttura in origine massiccia e voluminosa. Ad ogni modo offrono ugualmente un’ottima resa spaziale, di conseguenza il suono sarà di certo più profondo. 

Un appunto importante da tenere sempre bene in mente, è di considerare di utilizzare tali cuffie con un amplificatore collegato.

Come scegliere una buona imbottitura e perché?

Andando a focalizzarci sul tema principale del nostro articolo, è bene sapere alcuni aspetti che potrebbero di certo condizionare, e pure di molto, le nostre cuffie On-Ear ed Over-Ear. Una cuffia di qualità scadente, quindi di fascia particolarmente economica, monterà sicuramente dei padiglioni imbottiti di pessima fattura. Per pessima fattura intendiamo imbottitura poco ergonomica, rigida e che tenderà a resistere meno all’usura e al sudore. Alcune risultano essere fin troppo spesse, altre invece troppo sottili e quindi potrebbero far risentire maggiormente uno sforzo quando le si indossa. La chiave, sta nello scegliere innanzitutto delle cuffie con padiglioni intercambiabili. Questo ci aiuterà quando sarà il momento di sostituirli. Uno degli aspetti fondamentali, è di essere muniti di un tessuto resistente all’usura, il più delle volte un simil-pelle morbida. Questa sarà più facile da detergere, anche se causerà un senso di maggior calore.

Evitare in modo categorico, imbottiture troppo pesanti. Questo influenzeranno in negativo l’ascolto e spesso, dei padiglioni mal calibrati in peso e dimensione, comporteranno dolori alla cartilagine e persino alla testa. Ciò è più probabile che si verifichi con delle cuffie economiche, dove la cura del materiale viene volutamente lasciata in secondo piano per dar forza ad un prezzo più vantaggioso. Tuttavia, quando parliamo di imbottitura, parliamo di confort dell’intera struttura della cuffia. Il che significa che, un’imbottitura scadente renderà scadente la cuffia. La loro composizione interna è prevalentemente in spugna.

È possibile acquistarne diverse separatamente?

Come accennavamo poco prima, oggi sul mercato sono distribuiti tantissimi padiglioni per cuffie. Ognuna, chiaramente, farà riferimento ad uno specifico modello e sarà possibile sceglierne il colore e la fattezza. Se possediamo delle cuffie, dove andranno montati dei padiglioni di facile consumo, sarà sempre l’ideale acquistarne più di un paio, così da non rischiare di dover ridurre allo sfinimento il rivestimento. Nella peggiore delle ipotesi, se troppo vecchio e malmesso, il tessuto comincerà a sgretolarsi, il che renderà le vostre cuffie praticamente impossibili da indossare. Oltretutto, dei padiglioni compromessi, influenzeranno la fuoriuscita del suono stesso. Ecco che non appena saranno visibili i primi cedimenti del materiale, sarà buona regola provvedere il prima possibile alla sostituzione. Questo vale soprattutto per le cuffie Aperte e Semi-aperte. Affidatevi in generale a marchi leader e sbagliare l’acquisto delle vostre cuffie sarà di sicuro più improbabile.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
cuffieauricolariaccessori.it