Tutto sugli auricolari wireless: caratteristiche, utilizzo, prezzi

Le cuffie wireless oramai sono diventate un prodotto d’avanguardia che si è affermato sul mercato ormai da tempo. Queste cuffie sfruttano delle tecnologie per poter fare arrivare la musica alle orecchie tramite il Bluetooth. Vedremo in questo articolo le caratteristiche delle cuffie wireless.

Caratteristiche delle cuffie wireless

Oggi tutti utilizziamo le cuffie senza filo, se non tutti almeno la maggior parte delle persone. Principalmente chi lavora, chi usa dei mezzi di trasporto o chi fa attività sportiva. Sono molto comode perché permettono di ascoltare la musica o di parlare al telefono mentre ci ritroviamo a fare altro. Certamente, utilizzarle per un lungo periodo potrebbe affaticare l’udito. Degli studi che sono stati eseguiti negli USA, hanno constatato che la potenza impiegata dal sistema Bluetooth, risulta basso per poter danneggiare i tessuti umani. La problematica unica e principale risulta essere la durata, a differenza di quelle col cavo, che basta attaccarle e si potranno utilizzare a volontà. Le cuffie wireless necessitano di cicli di ricarica. 

Ricarica delle cuffie wireless

Le cuffie wireless solitamente devono essere ricaricate tramite il suo dock, che viene dato in dotazione al momento dell’acquisto. Di solito questo dispositivo ricaricherà le nostre cuffie per un paio di volte, dopodiché tramite un cavo USB, andrà ricaricato anche lui. Va sottolineato che la carica dura fino a un totale di 10 ore di consecutive, però chiaramente ciò vale solo per i modelli che costano di più. Ma anche modelli meno costosi durano almeno 5 ore. Del resto è già sufficiente un utilizzo consecutivo per un paio di ore, se dovessimo utilizzarle di più senza mai staccarci, finiremmo con il friggerci l’udito!

Esistono dei rischi facendo uso di queste cuffie?

Il rischio maggiore esiste ed è sicuramente quello di un abbassamento dell’udito. Ciò può dipendere dai rumori troppo forti, che possono danneggiare i nostri timpani, portando a conseguenze spiacevoli. Quando siamo in giro, utilizziamo le cuffie al massimo per isolarci dai rumori esterni, cosa che sarebbe meglio evitare, onde evitare di essere presi da una bicicletta o peggio, di essere seguiti e poi scippati! Ma qui si parla solo di casi estremi. Comunque sia, questo elevato volume può a lungo andare danneggiare il timpano. Di solito il nostro volume sarà sui 80-100 decibel, arrivando a volte anche a superarla. Dovete considerare che il suono di un aereo o di un treno è appena superiore, questo per far capire quanto sia dannoso e forte il rumore. Per ascoltare in modo corretto con le nostre cuffie, basterebbe un’intensità di 40 o 50 decibel.

Quali danni possono causare nello specifico le cuffie?

Il rischio, a lungo andare, sarà quello di incorrere in una diminuzione o addirittura della perdita dell’udito. Dopo avere ascoltato musica ad alto volume con le cuffie, attraverso degli studi, si è riscontrato che si è subita una perdita temporanea dell’udito. Altro effetto dannoso nell’ascoltare musica con le cuffie a tutto volume, è quello di un fischio fastidioso e permanente alle orecchie.

Cosa fare per evitare il rischio di abbassamento dell’udito?

Logicamente la cosa da fare per preservare il nostro udito è quella di ascoltare la musica a livelli di audio normali e preferibilmente con cuffie esterne. Dovremmo evitare di ascoltare la musica sparata a mille nelle orecchie. Tant’è che l’Unione Europea ha stabilito dei limiti ai produttori di cuffie. Per cui i produttori di audio hanno un limite stabilito dalla legge, oltre al quale l’utente non potrà andare. Ovvero il volume massimo impostabile su un apparato elettronico è di 120 decibel. Per proteggere il nostro udito si deve ascoltare musica con le cuffie a non più di 60 decibel di intensità e per non più di 60 minuti.

Migliori marche cuffie wireless

La marche delle cuffie wireless sono diverse, esistono le più famose come la Philips, Samsung, Sony fino ad arrivare a marchi rinomati nell’ambiente audio per la produzione di migliori dispositivi di audio portatile, come Apple, AKG, Bose e Sennheiser.

Come capire se le cuffie sono buone?

Delle buone cuffie devono avere avere una sensibilità pari o superiore ad 85 dB ma, chiaramente se dovessero avere un valore più elevato esso garantirà una migliore resa sonora ad alti volumi. L’impedenza sta a indicare la resistenza esercitata dalle cuffie sul segnale audio ed è espressa in Ohm.

Differenza tra Bluetooth e wireless?

La differenza tra cuffie Bluetooth e wireless è sostanzialmente che le cuffie wireless richiedono un trasmettitore, a differenza delle prime, le cuffie wireless si basano sulle onde radio, quindi riescono a trasmettere e a ricevere i segnali tramite un’antenna ricevente installata.

Come si collegano le cuffie al dispositivo?

Collegare cuffie senza filo al nostro dispositivo, che sia smartphone, tablet o computer è molto semplice, basta seguire queste indicazioni:

  • Selezioneremo connessione dispositivo.
  • Dovremo abilitare il Bluetooth.
  • Infine, andremo nella sezione Dispositivi disponibili, vedremo apparire tutti quelli compatibili nelle vicinanze e infine, connetteremo le cuffie cliccando sul nome delle cuffie o del prodotto e tutto sarà pronto.
  • Adesso basterà avviare la musica e il gioco è fatto!

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli. Sono felice di poter scrivere articoli su più temi.

Back to top
menu
cuffieauricolariaccessori.it